Problemi e soluzioni acqua dura, acqua calcarea

Il danni del calcare e i benefici dell’acqua addolcita


Come si forma il calcare nell’acqua di casa?

Il calcare è una roccia sedimentaria il cui componente principale è rappresentato dal carbonato di calcio. Il carbonato di calcio si presenta come un solido bianco, in natura è il materiale che costituisce vari tipi di rocce. Spesso il calcare è presente nella natura non solo sotto forma di roccia ma anche sciolto nell’acqua.
Sebbene si parli di una roccia è facile trovarlo anche nelle nostre case, anche se in minori quantità, questo perché il carbonato di calcio è presente nell’acqua corrente e, giorno dopo giorno, goccia dopo goccia, si stratifica creando dei piccoli granelli che possono ostruire e quindi danneggiare i filtri dei lavandini, degli impianti sanitari e delle caldaie, praticamente tutti quegli elettrodomestici per il cui funzionamento è necessaria l’acqua.

L’acqua che esce dai nostri rubinetti di casa è ricca di minerali tra i quali calcio e magnesio, che rendono l’acqua calcarea.

Maggiore è la quantità di calcare che l’acqua raccoglie e maggiore è la sua durezza. L’acqua calcarea è la causa maggiore ai problemi delle installazioni domestiche: troppo calcare nell’acqua provoca la formazione di incrostazioni. Ne sono spesso colpiti i boiler, le lavatrici, la rubinetteria, ma anche la biancheria, i capelli e la nostra pelle.

Le incrostazioni si depositano sulla superficie delle tubazioni e così facendo aumentano lo spreco di combustibile, che porta inevitabilmente ad un maggiore consumo energetico e quindi ad un notevole aumento dei costi.

Un’acqua priva di calcare quindi, porterà comfort e benessere a tutti gli elettrodomestici, alla vostra pelle, che sarà più liscia e vellutata e ai vostri capelli che saranno più e luminosi e morbidi come la seta.

I benefici dell’acqua addolcita

L’acqua dolce dona confort e benessere a tutta la casa.
Grazie all’acqua addolcita non ci saranno più tracce di calcare sui sanitari, nella doccia e tutte stoviglie saranno splendenti.
Lavatrici, lavastoviglie, macchine per il caffè, caldaie, ferri da stiro, tutti gli apparecchi saranno protetti e dureranno più a lungo. Non esisteranno più le antiestetiche macchie sui pavimenti e sui rivestimenti, perché l’acqua addolcita eliminerà ogni traccia di calcare.

L’acqua addolcita, renderà la pelle morbida come seta, i pori non resteranno ostruiti e donerà una bellissima sensazione di freschezza e di benessere. Anche i capelli risulteranno più splendenti e facili da pettinare, perché non saranno più aggrediti dal calcare.
Le mani non saranno più screpolate o arrossate e neppure lo sarà la pelle di tutto il corpo. L’acqua addolcita non provocherà alcuna irritazione. Il rasoio scivolerà dolcemente sul viso e la pelle non sarà mai più arrossata.
Ma non è tutto, l’acqua addolcita consente di risparmiare sui prodotti per la pulizia della casa. Infatti, grazie all’utilizzo di un addolcitore: ammorbidente, prodotti anti-calcare, sale per lavastoviglie e brillantante non saranno più necessari. Così come balsamo, maschere e creme idratanti, verranno consumati in quantità notevolmente inferiori, in conclusione si avrà quindi un risparmio garantito ed un benessere assicurato!

Come funziona l’addolcitore?

Gli addolcitori scambiamo gli ioni di calcio e magnesio, responsabili della formazione di calcare, con ioni di sodio, che non incrostano, facendo fluire l’acqua da addolcire su un letto di resina a scambio ionico.

Questo scambio ionico continua fino a quando non si sono scambiati la totalità dei cationi di sodio della resina. Quando la resina non può più addolcire altra acqua, sarà necessario rigenerarla un’altra volta. La rigenerazione è il processo che permette di recuperare la capacità iniziale della resina, grazie all’utilizzo del cloruro di sodio.

Quante volte bisogna riempire di sale l’addolcitore?

Il sale deve essere aggiunto al serbatoio dell’addolcitore. Più rigenerazioni avvengono e più sarà necessario rabboccare il serbatoio di sale.
Per assicurarsi una produzione soddisfacente di acqua dolce, il sale dovrebbe essere sempre mantenuto almeno a metà serbatoio.
E’ consigliabile utilizzare il sale in pastiglie, anziché quello in granuli, in quanto le pastiglie si sciolgono più lentamente e non rilasciano residui all’interno del serbatoio.

Contattaci per ricevere la consulenza di un esperto Culligan
lavatrice_calcare_acqua_dura

La durezza dell’acqua

La durezza viene generalmente espressa in gradi francesi (ºf, da non confondere con ºF, che sono i gradi Fahrenheit), dove un grado rappresenta 10 mg di carbonato di calcio per litro d’acqua.

In genere, le acque vengono classificate in base alla loro durezza come segue:

  • Fino a 7ºf = Acque molto dolci
  • Da 7ºf a 14ºf = Acque dolci
  • Da 14ºf a 22ºf = Acque mediamente dure
  • Da 22ºf a 32ºf = Acque discretamente dure
  • Da 32ºf a 54ºf = Acque dure
  • Oltre 54ºf = Acque molto dure

Con l’installazione di un addolcitore è possibile ottenere un’acqua compresa tra  7ºf e 14ºf, ottenendo così molti benefici tra cui:

  • Risparmio Energetico
  • Risparmio sull’acquisto dei detergenti
  • Maggiore durata delle tubature
  • Lunga vita agli elettrodomestici di casa
  • Comfort
  • Benessere

Addolcitore